Latte e miele di Sarah-Kate Lynch

Sarah Kate Lynch vive in Nuova Zelanda, precisamente nella selvaggia costa ovest, dove lavora come giornalista scrivendo sulla rivista femminile “New Zeland Woman’s weekly”, ma quando gli è possibile, ama fuggire e viaggiare per il mondo alla ricerca ricerca di piatti stuzzicanti, della locale cucina e di un buon bicchiere di vino, e, tutto questo lo si può assaporare solo leggendo i suoi romanzi.
Da quando ha deciso di dedicarsi alla scrittura ha riscosso notevole successo.

Latte e Miele di Sarah-Kate Lynch


I suoi romanzi sono dei gustosissimi viaggi ambientati in posti in cui si respirano, profumi e sapori di una intensità unica e, che movimentano tutto l’apparato gastrointestinale fino ad arrivare alle papille gustative e, contengono tre ingredienti per me fondamentali: la gastronomia, una storia coinvolgente ed un tocco di umorismo, che non guasta mai !!!
Basta solo pensare che i tre gatti della fattoria portano i nomi di Gesù, Maria e Tuttisanti
Oltre Latte e Miele, ricordiamo Pane e Cioccolato, Fragole e Champagne e Zenzero e Cannella

Latte e miele
Gli anziani Corrie e Fee nella Contea di Cork si dedicano attivamente al caseificio “Coolarney” oltre ad essere un posto incantato qui da quasi un secolo nasce il più delizioso formaggio che si conosca.
Un giorno Abbey, nipote prediletta di Corrie sopraggiunge all’improvviso per sfuggire ad un marito che pare abbia preso troppo a cuore il ripopolamento dell’isoletta del pacifico in cui vivono, ma nel medesimo momento arriva anche Christopher Stevens, detto Kit, rampante brokers newyorkese uomo molto affascinante che sta vivendo un momentaccio rifugiandosi nell’alcool: infatti ha perso moglie ed il lavoro. E tutto quello di cui ha bisogno ora è un miracolo! E dove trovarlo se non in un angolo sperduto dell’Irlanda?

Sarah-Kate Lynch


Fee si chinò, raccolse una manciata di cagliata e se l’avvicinò al naso.
Il profumo era squisito. Dolce e speciale. Caldo e invitante. Puro e semplice. Meraviglioso. Abbassò la mano quanto bastava perchè Corrie, dall’altra parte della vasca lo vedesse sorridere, poi si portò la cagliata alle labbra, se ne mise in bocca un po’, chiuse gli occhi e la assaporò.
Perfetta.
Impeccabile. Una gioia per il palato. Ma soprattutto unica, irrepetibile, senza pari.
In una parola, molto migliore.
Anzi la migliore.
Non c’era il minimo dubbio al riguardo. La cagliata di Kit e Abbey era la migliore che Fee avesse mai assaggiato e al pensiero del formaggio in cui si sarebbe trasformata il vecchio casaro ebbe un brivido.
Spalancò gli occhi e, senza fiato esclamò: < >.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +1 (from 1 vote)

Lascia un Commento