Che sia indubbiamente un grande, non lo dico io, ma lo si vede in quello che fa, Luigi Somma da più di 10 anni svolge il suo lavoro con grande professionalità, passione  e maestria alternandosi tra le due profumerie Mario Limone di Sorrento e Piano di Sorrento in sinergia con Gino Limone, sempre attento alle linee di moda e alle grandi innovazioni, ultima realtà nata dalla sua voglia di originalità nel proporre terapie e trattamenti non invasivi è il Beauty Center Mario Limone, nel quale Luigi ha il suo ruolo di esperto “Make-up artist”, ed io, posso essere una sua grande testimonial, visto che, per la foto nella vasca di pomodori, realizzata grazie al grande Umberto Astarita ed al supporto organizzativo dell’amica Carolina Ciampa, mi ha reso quasi più bella della mitica Anitona Ekberg simbolo della dolce vita felliniana, e solo con la magia delle sue mani e dei prodotti proposti dalla profumeria Mario Limone, che vi assicuro non sono stati assolutamente testati a Lorudes 🙂
Quando gli proposi la mia intervista Luigi, in un primo momento, rimase perturbato e commosso :-), poi mi disse: – Angie, ma io non so cosa dire...ed invece, il risultato è stato per me uno dei più divertenti mai sortiti, e vi dirò di più il buon Luigi, gastronomicamente è un uomo da sposare, fosse solo per i conchiglioni che sa preparare 🙂

Io e Luigi Somma in sala Make-up, prima della presentazione del libro "Le parole volano"

Angie: – Quanto conta una buona alimentazione per il tuo lavoro?
Luigi: –  è piuttosto importante perchè deve darmi la giusta energia per affrontare nel modo migliore la giornata.

Angie: – Nel lavoro che svolgi ti sei mai ispirato a qualcosa di gastronomico?
Luigi: –  si, quando ho truccato la cara Angie immersa nella vasca di pomodori,la scelta dei colori applicati sul suo viso erano in sintonia con la natura:labbra rosse come il pomodoro e gli occhi con il verde come il basilico,colorito chiaro come la mozzarella…una perfetta “caprese”.

angie nella vasca di pomodori

Angie: – Cosa significa per te mangiar bene
Luigi: –  alzarmi da tavola e non desiderare altro.

Angie: – Le  tue  esperienze artistiche e lavorative?
Luigi: –  lavoro in profumeria da 12 anni e sono make up artist da circa 10 anni

Angie: – Hai  un ristorante o un locale dove preferisci andare a mangiare? Se sì, dove?
Luigi: –  non vado sempre negli stessi posti, amo provare cucine diverse.

Angie: – Sei mai stato a dieta?
Luigi: –  una vera e propria dieta no, periodi di attenzione maggiore in quel che mangio si

Angie: – Meglio carne o pesce?
Luigi: –  entrambi,non ho preferenze.

Tiramisù

Angie: – Se fossi un dolce, quale saresti?
Luigi: –  magari un Tiramisù.

Angie: – Vino?
Luigi: –  si, grazie!

Angie: – Il tuo punto debole
Luigi: –  la frittura.

Angie: – Nel tuo frigo che cosa non manca mai, e nella dispensa?
Luigi: –  formaggio nel frigo e pasta nella dispensa.

Angie: – L’aspetto che più ti  attira  del  fare da mangiare e se c’è un piatto che ti piace cucinare di più in assoluto?
Luigi: –  l’aspetto che più mi attira nel cucinare è la condivisione che ne verrà poi,il mio piatto forte sono i conchiglioni ripieni

Angie: – E quello che ti piace mangiare?
Luigi: –  risotto alla pescatora

Angie: – Come ti definiresti a tavola?
Luigi: –  una buona forchetta

Angie: – La colazione ideale e quella che invece normalmente fai
Luigi: –  quella ideale cornetto e cappuccino al bar, quella che invece faccio è una tazza di latte, qualche biscotto e un caffè…tutto di corsa

Angie: – Di cosa sei più goloso? e cosa proprio non ti piace?
Luigi: –  sono goloso di patatine fritte e pizza,mentre proprio non mi piacciono:pasta e patate, piselli e cavolfiore.

Basilico

Angie: – La cucina e’ fatta anche di profumi, essenze, odori, ne hai uno preferito
Luigi: –  il magico profumo di basilico

Angie: – Limone o aceto?
Luigi: –  aceto…balsamico

Angie: – Non puoi vivere senza…
Luigi: –  la pizza

Angie: – Esiste un legame tra cucina e sensualità? Che cosa secondo te conta di più nel sedurre una donna? Una buona cena, o anche il saper cucinare
Luigi: –  esiste sicuramente un legame,ti dirò di più dimmi cosa mangi e ti dirò come fai l’amore! Per sedurre una donna penso che sia importante portarla fuori a cena ma anche essere in grado di sorprenderla cucinando qualcosa per lei.

Angie: – Una tua ricetta per i miei lettori
Luigi: –  Beh i miei conchiglioni ripieni
ingredienti per 4/5 persone:
– 500g di cochiglioni rigati,
– 3 melenzane,
– 300g di salsiccia,
– 200g di mozzarella,
– 200g di provola,
– parmigiano grattuggiato q.b.,
– basilico,
– sugo di pomodoro

Conchiglioni ripieni

Esecuzione:
Per prima cosa preparate un sugo leggero, poi friggete le melenzane dopo averle tagliate a dadi. Friggete anche la salsiccia, ed appena questa sarà cotta amalgamatela con le melenzane, la mozzarella e provola ed il  parmigiano grattuggiato e lasciate riposare. Cuocete i conchiglioni e scolateli al dente e lasciateli raffreddare.Riempiteli con il composto e poneteli in una teglia, ricopriteli  con il sugo metteteli al forno per una decina di minuti a 200gradi. Aggiungete il basilico ed altro parmigiano….poi fatemi sapere!!!!

Angie: – L’ultimo libro che hai letto?
Luigi: –  La grande storia di Padre Pio

Angie: – Il pezzo musicale che mette in moto i succhi gastrici…
Luigi: –  E…di Vasco ovviamente,….e se mordo una fragola mordo anche te

Angie: – Hobby?
Luigi: –  Calcio

Angie: – Se fossi un personaggi mitologico chi saresti?

William Bouguereau “Giovane si difende da Eros”, 1880

Luigi: –  Eros…il Dio dell’amore

Angie: – Qual è il sogno più  grande?
Luigi: –  vedere realizzati i miei figli.

Angie: – Cosa ti dicono più spesso?
Luigi: –  che sono un gentiluomo.

Angie: – Ti fidanzeresti con una cuoca?
Luigi: –  certamente!anche con una cameriera o una direttrice di sala…..non ditelo a mia moglie però!

Angie: – Un piatto della tua infanzia
Luigi: –  la cotoletta

Angie: – Oggi si parla di federalismo. Secondo te, esiste anche in cucina?
Luigi: –  si

Pulcinella emblema degli spaghetti con il pomodoro

Angie: – Quale piatto eleggeresti come simbolo dei 150 anni dell’Unità d’Italia?
Luigi: –  spaghetti con pomodoro e basilico e come testimonial pulcinella che li mangia con le mani

Angie: – Dopo la cucina italia, c’e’ ne qualcuna internazionale che preferisci? Se si’, quale?
Luigi: –  la cucina giapponese

Angie: – A quali altri progetti ti stai dedicando in questo periodo?
Luigi: –  l’extenscion delle ciglia

Angie: – Come definiresti il tuo carattere, da un punto di vista prettamente gastronomico?
Luigi: –  agrodolce

Angie: – A che piatto paragoneresti Berlusconi? e Di Pietro?
Luigi: –  Berlusconi:la Puttanesca, Di Pietro non saprei.

Angie: – La cucina ti ha mai tradito?
Luigi: –  almeno lei spero di no…

Angie: – Se dovessi riassumere la tua filosofia di vita?
Luigi: –  Se puoi sognarlo puoi farlo

Angie: – classica domanda alla Marzullo: Fatti una domanda e datti una risposta.
Luigi: –  ma la vita è un sogno o i sogni aiutano a vivere meglio la vita? i sogni aiutano a vivere con più forza….

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 7.5/10 (2 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +2 (from 2 votes)
Intervista Gastronomica al grande Luigi Somma, 7.5 out of 10 based on 2 ratings