Polpette Napoletane

L’autunno incede, e con lui la voglia di ritrovare i sapori tipici della stagione fredda. E’ picevole tornare a casa e trovare un gustoso piatto della nostra tradizione, preparato a regola d’arte.

Polpette al pomodoro

amate da grandi e piccini, le polpette da sempre hanno rappresentato l’opportunità di recuperare il pane raffermo e di acquistare tagli “minori” di carne. Non è difficile prepararle, come sempre l’ingrediente essenziale per la riuscita di un piatto e’ la passione
Questo e’ un piatto che si può conservare per il giorno successivo.
Con il sugo potrete condire la pasta, e’ preferibile quella corta ed avere un eccellente primo.

Ingredienti per 8 persone:
Per il sugo:
- olio extravergine d’oliva
- 1 cipolla piccola
- passata di pomodoro (meglio se fatta in casa!)
- concentrato di pomodoro
- sale
- basilico

Per le polpette
:
- 300 gr. di carne di maiale macinata
- 300 gr. di carne bovina macinata Va benissimo il II° taglio)
- 3 uova grandi oppure 4 piccole
- parmigiano reggiano grattugiato q.b
- 1 spicchio d’aglio tritato finemente
- una generosa manciata di pinoli
- una generosa manciata di uva passa
- 150 gr. di pane raffermo
- latte intero
- sale
- prezzemolo tritato

Esecuzione:
Preparate il sugo, facendo appassire in pochissimo olio la cipolla affettata sottilmente. Quando inizierà a dorarsi, aggiungere 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro diluito in acqua tiepida. Fate cuocere per pochi minuti ed aggiungete 1 lt. di passata di pomodoro. Riportare ad ebollizione a fate cuocere a fuoco lento, facendo attenzione a che il sugo “pappolei”, vale a dire che sobbolla.
Nel frattempo, preparate le polpette.
Mettete il pane raffermo a bagno nel latte.
Sistemate le carni in una capiente terrina, rompete le uova ed impastate bene con le mani. Aggiungere il pane bene strizzato, l’aglio finemente tritato, il prezzemolo, il parmigiano, una pochissimo sale, i pinoli e l’uvetta.
Tradizionalmente mio papà aggiungeva uva passa e pinoli, ma sono ottime anche senza, soprattutto se destinate ai bambini che magari storciono il naso.
Impastate a lungo con le mani, per amalgamate alla perfezione tutti gli ingredienti.
Fate riposare il composto per almeno una venina di minuti
Formate delle polpette piuttosto grandi, che friggerete in abbondante olio extravergine bollente.
Fate asciugare le polpette sulla carta assorbente.
Quando saranno intiepidite, tuffatele nella salsa di pomodoro (che continua a sobbollire), e fatele cuocere per un’ora e fate poi raffreddare.
Con il sugo potrete condire pasta corta (mezzani, eliche, fusilli etc.), ma se volete attenervi alla rigorosa tradizione partenopea, dovrete usare gli ziti, che spezzerete prima di lessarli.
Se volete evitare la frittura, potrete cuocere le polpette nel forno, adagiandole su una teglia antiaderente, oppure direttamente nel sugo.

Per una gustosissima e preziosa ricetta delle polpette napoletane, vi rimando al Blog del grande Raffaele Bracale

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Lascia un Commento