Quando ero piccina e mi proponevano nel rituale pranzo di natale, ed anche per il resto delle feste, questa insalata, a cui ogni giorno veniva aggiunto qualche ingrediente (per lo più sottaceti) mi chiedevo cosa avesse da “rinforzare” dopo tutto il ben di Dio che tradizionalmente veniva servito in quei giorni, poi mi è stato spiegato che il “rinforzo” veniva dato dagli ingredienti che venivano man mano aggiunti alla preparazione.

Insalata di rinforzo

Piatto tipico della tradizione natalizia napoletana, ci sono due teorie sul perche’ di questo nome: la prima in quanto pietanza servita originariamente durante il cenone della Vigilia di Natale, cenone notoriamente di magro, che anche quando comportasse pantagrueliche portate di pesce, si riteneva dovesse esser rinforzato con questa insalata, l’altra fa riferimento al fatto che dalla Vigilia viene in pratica “rinforzata” ogni giorno, e cioe’ ogni giorno la si rinnova aggiugendo gli ingredienti mancanti, fino al giorno di Capodanno.
Viene servita come antipasto poiché si dice che serva ad aprire lo stomaco, e dia la forza di mangiare tutte le altre portate, e questo potrebbe essere essere la terza motivazione riferita sempre al suo nome.

Veloce e rapida…pero’ alla fine….. fino al Natale e dopo guai a chi la ripropone.
Uno degli ingredienti fondamentali e’ la cosiddetta “pappacella”o “papaccella” (peperoni tondi che un tempo venivano conservati sott’aceto in una “zerla” di creta smaltata)

papaccelle o pappacelle

‘A ‘NZALATA ‘E RINFORZO (Insalata di rinforzo)
Ingredienti:
– un cavolfiore di circa un chilogrammo
– 400 gr di peperoni sott’aceto
– 200 gr di sottaceti misti (fagiolini, cipolline, cetriolini, carotine e sedano)
– 70 gr di olive di Gaeta
– 70 gr di olive verdi
– 3 acciughe salate
– 1,5 dl di olio extavergine di oliva
– 3 cucchiai di buon aceto di vino
– sale

Insalata di rinforzo

Esecuzione:
Lessate il cavolfiore in acqua salata, poi scolatelo, fatelo freddare e tagliatelo a pezzetti in una insalatiera. Aggiungete i peperoni ben sgocciolati e tagliati a listarelle, tutti i sottaceti, le olive snocciolate, le acciughe lavate, spinate e tagliate a pezzetti.
Condite l’insalata di rinforzo (così chiamiamo a Napoli questa insalata che si serve la vigilia di Natale) con l’olio e l’aceto, mescolando molto bene.
Aggiustate eventualmente di sale.
Preparate l’insalata almeno ventiquattr’ore prima di servirla.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 1.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)
L'Insalata di Rinforzo, 1.0 out of 10 based on 1 rating