Sting

Ci sono spesso canzoni, che trattano di cibo o lo raccontano, mi piace parlarne, scriverne ed è così che diventano articoli per il mio Blog, ho una mia visione della gastronomia, a 360 gradi, e la ritrovo in tutto cio’ che vivo, incontro, guardo, annuso, tocco 🙂
E, ritornando alle canzoni, tante sono le deliziose allegorie gastronomiche, W la pappa col pomo-pomo-doro della Pavone, La Pizza interpretata da Giorgio Gaber, fino ad arrivare a qualche anno fa alla bellissima interpretazione che Sting, ci regala di una ballata tradizionale inglese “Soul Cake” 

Soul cake viene tradotto letteralmente come “Torta dell’anima”, ed e’ una preparazione tipica della tradizione inglese ed irlandese, è una piccola torta rotonda che tradizionalmente viene offerta per le anime dei morti.

Parliamo sempre di cibo, che in questo caso viene raccontato in musica da un eccellente Sting di annata, come un buon whisky, noi, qui in Italia non abbiamo Sting, e nello specifico, se vogliamo essere campanilisti a tutti gli effetti, possiamo citare un nostro grande cantautore: Pino Daniele, ora vi starete chiedendo, perchè tutto questo giro per arrivare al dunque, al concreto, a mettere qualcosa sotto i denti da appassionati gourmet quali siamo, volendo usare un’espressione che ci appartiene, semplice, il grande Pino, anche lui d’annata ma, come un buon vino rosso,  nel 2008,  ha scritto ed interpretato, con la sua mitica Band, composta da Tullio De Piscopo alla batteria, Tony Esposito alle percussioni, James Senese al sax, Rino Zurzolo al basso e Joe Amoruso alle tastiere, il brano “Anema e Core”

Mariano Somma, mio carissimo amici è titolare, gestore, pizzaiolo, crocchettaro e chi piu’ ne ha piu’ ne metta di questa piccola pizzeria, appunto, “Anima & Pizza”, facile capire dal nome del suo locale che Mariano sia un grande appassionato della musica di Pino.

La piccola chiesa di Trasaella dedicata alla Madonna delle Grazie

La Pizzeria è situata in uno dei più suggestivi e caratteristici borghi della penisola sorrentina, antica contrada di Sant’Agnello e luogo in cui è possibile respirare aria fresca e pulita, lontano dal traffico caotico del centro cittadino.
Anima&Pizza si trova vicino alla Chiesetta e, come quasi in tutte le frazioni, anche Trasaella si è sviluppata intorno a questa che ne è il centro: dedicata alla Madonna delle Grazie, è anche Parrocchia e, dal 1656 al 1876, comprendeva anche le case che formavano la frazione dei Colli di Fontanelle.
Per la verità sono anche tre anni che Mariano, mi sta pregando (quasi in ginocchio) di andare a degustare la sua pizza, e finalmente sono riuscita non solo ad assaggiarla, ma anche a di Immortalarla.
Mariano, non nasce pizzaiolo, anzi prima di diventarlo, faceva tuttaltro nella vita, diplomatosi geometra, ha svolto per un po’ la professione, abbandonandola, per poi mettersi a navigare, a “ji’ pe mare”, come si dice dalle nostre parti, ma la vita del marittimo, non è una delle vite più facili,

Anima e Pizza

soprattutto quando metti su famiglia, hai moglie e figli che ti aspettano a casa, anche se noi abitanti della costiera, veniamo da generazioni di uomini di mare, e bene o male un po per tradizione, un po perche’ ce lo abbiamo nel sangue quella vita finiamo a fare.
Ma lui non si perde d’animo, anzi ha l’occasione di rilevare la vecchia pizzeria del piccolo borgo e, grazie alla passione per la cucina, ai consigli di zio Ugo, ed un po per quella che si definisce de necessitate virtutem Fai di necessità virtù, impara riuscendo a perfezionare un impasto, tra i più leggeri, genuini, naturali e soprattutto di facile digestione tra quelli mai provati, una pizza, appunto, di quelle che non ti fanno fare le capriole nel letto:-)
E veniamo alla specialità della casa, la “Pizza Estate”, una fresca bontà a base di mozzarella, crudo, rucola, scaglie di parmigiano, ma il gradevole tocco di classe e di bontà, viene dato dall’olio aromatizzato al limone, olio prodotto in quelle zone, (nello specifico dal suocero di Mariano) a Trasaelle vi è anche un frantoio, realizzato nel 1975, e, che offre lavoro a molti operai.

Impegnata, nella degustazione del crocche’ di zia Francesca

Un’altra bontà, che non posso non menzionare, è il crocchè di patate, fatto con le “patate vere” come dico spesso io, e che Mariano ha ribattezzato “crocchè di zia Francesca” essi’, perche li prepara seguendo la ricetta della mitica zia, purtroppo, da poco scomparsa, ed il minimo mi sembra, con questo grande attestato di stima, intitolarglieli, e, sempre utilizzando la stessa metodica, si possono degustare quelli nella cui impanatura, vengono aggiunte mandorle tritate, che vi assicuro, essere buonerrimi.
Una particolare segnalazione va alla pizza preferita dal fidanzato di mia cugina Paola, Peppe Cammarota, una pizza che a Mariano ha battezzato: “Pizza Umido”, e cioè, tutto quello che resta viene utilizzato per la realizzazione di questa bomba calorica, ma comunque buona 🙂

Io in compagnia del mitico Staff di Anima e Pizza

E non posso concludere il mio articolo ricordando gli altri due simpaticissimi nonche’ bravissimi  collaboratori di Mariano, Giovanni Fausto e Michele Esposito.
Per ulteriori informazioni vi invito a consultare la Pagina Facebook di “Anima e Pizza”
Pizzeria “Anima e Pizza”
via Trasaelle, 54
80065Sant’Agnello
tel: 366 351 2886

E, recentemente Mariano Somma, molto carinamente, ha ricavato una locandina dal mio articolo, e l’ha sistemato in bella mostra nella sua pizzeria: guardate qui:

Locandina da Anima e Pizza a Trasaella

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +2 (from 2 votes)
Anima & Pizza, 10.0 out of 10 based on 1 rating