E’ quello che la Deja snc realizza ogni ammo per Natale, piccola azienda artigianale che da anni realizza prelibatezze di ogni specie utilizzando frutta secca.

Il presepe di frutta secca della Deja

Un tempo erano solo i fichi secchi poi si e’ passati ai folarielli, e dopo, agli ananas canditi, alle prugne, alle scorzette d’arancio ricoperte di cioccolato ed una nutrita gamma di specialita’ esportate anche oltre i confini campani.

La Deia comincia la sua attività, nata quasi per caso all’inizio degli anni ottanta. Tradizionalmente, molte famiglie contadine rifornivano alcuni negozi di fichi essiccati e

Deja

ripieni, prodotto dei loro giardini.
Un giorno in quella piccola bottega artigianale entrò il signor Giorgio Onesti che, gustò la ghiottoneria semplice e genuina, ed ebbe la geniale idea di esportarla nei mercati del nord Italia e all’estero, settori in cui da tempo intratteneva rapporti commerciali.

Per competere con altre attività simili, la DEIA si trasformò in una piccola e laboriosa industria artigianale, abbandonando la produzione casalinga, trasferendo la propria attività in locali opportunamente attrezzati. ed offrendo al cliente sempre nuovi ed originali prodotti in tema con le richieste di mercato. Così ai tradizionali fichi farciti col gheriglio di noce, ai datteri opportunamente impreziositi ed arricchiti in mille modi diversi seguirono e si aggiunsero i cosidetti folarielli(fagottini ripieni di uva o di fichi unitamente a scorzette di agrumi), ottenuti avvolgendo in alcune foglie di limone, l’uva o i fichi, cotti nel forno (un t
empo quello a legna) di modo che il profumo delicato della foglia venisse assorbito dal gustoso ripieno.

le bontà della deja

Attualmente la piccola azienda offre una variegata linea di originali e gustose leccornie che vengono racchiuse in cestini di legno simili a quelli in cui venivano trasportati e commerciati gli agrumi della costiera sorrentina.
Queste confezioni, vengono realizzate a mano divengono in tal modo una singolarissima idea regalo

Vi sono delle tradizioni che entrano nel cuore sin da piccoli e vi costruiscono un nido di affetti e di memorie, come è accaduto a Fortunata Iaccarino che da quando era bambina partecipava alla realizzazione del Presepe in casa sua, presepe che nell’età adolescente costruiva con il fratello Paolo.

Particolare della capanna

I preparativi fervevano già due mesi prima del Santo Natale, si mettevano da parte i giornali, mentre il fratello conservava i soldi che gli dava il padre Giovanni ogni settimana, allora circa trenta lire, ma che costituivano un vero tesoro che il ragazzo spendeva al mercatino, alla bancarella dei pastori di terracotta. Il Presepe veniva preparato in una grande stanza, la casa era costituita da camere ampie ed ariose e quindi era facile occuparne una dove portavano i pezzi di legno accantonati nel giardino che avrebbero formato la base della costruzione sacra.
Era un presepe che nelle ore libere veniva allestito con l’utilizzo della carta di giornale che si incollava con la colla fatta di acqua e farina, cotta sul fuoco . S’Innalzavamo le montagne, formava la Grotta della Natività e le grotte vicine che servivano da botteghe dei pastori i Magi  poi venivano collocati lontano dalla Grotta e nel giorno dell’Epifania venivano collocati al luogo della nascita. Alla base la superficie veniva cosparsa di muschio che un tempo era in uso raccogliere nelle zone umide dei giardini, tagliandolo a fette con il coltello, e quissu venivano appoggiati i pastori. Ed infine con la farina le montagne venivano innevate.

Attualmente il classico presepe di un tempo è stato sostituito da uno più dolce e gustoso e che utilizza un materiale diverso: la frutta candita”

la capanna

Fortunata da circa venti anni aiuta il fratello insieme all’altra sorella Geltrude a preparare la frutta candita. Inizialmente i fichi secchi entrarono a far parte della costruzione di un piccolo Presepe che Titina allestiva nella stanza non più tanto grande, ma di media larghezza, che costituisce un ambiente dell’appartamento nel quale ora abita. A dare l’idea di questa innovazione, è stata la sua passione per i colori, infatti appena ha del tempo libero, si diverte a dipingere, avendo avuto, da sempre la passione per la pittura ed era affascinata dalle nuance, dalle sfumature cosi diverse che raccordava a quelli della frutta secca  lavorata alla “Deia”, ditta artigianale del  fratello, ed è da qui che si concretizza la passione e la creatività che la porta a realizzare il Presepe, servendosi di un materiale alquanto originale, insolito e gustoso”

Imma al Banco

Fortunata incomincia a costruire la capannina con i gusci di noce, per il corpo dei pastori utilizzava i fichi secchi non cotti che rivestiva con i ritagli della loro buccia o li ricavava dai canditi, era un lavoro di precisione e di passione. I suoi orizzonti, man mano che il fratello Paolo in Ditta lavorava altri tipi di frutta, si allargarono e, curiosando tra le tante novità, la sua creatività fu stimolata dalla papaia, dal cocco, dalla prugna, dall’ananas, dai datteri che se non vengono conservati a dovere, diventano molli e quindi sono difficili da manipolare.
Negli anni scorsi ha anche omaggiato la sua città realizzando tutto con la frutta secca
l’antico mercato ortofrutticolo che ricordava da  bambina.
Giovanni Iaccarino, il nipote di Titina, che ha preso in mano le redini della piccola azienda di famiglia, ogni anno ospita nella sua bottega a via Cavoniello il gustoso presepe

Giovanni impacchetta

realizzato dalla zia.
Ed è anche grazie a lui che la tradizione di famiglia si rinnova e viene portata avanti, esportando non solo nell’ambito locale, ma nel mondo il gusto, il sapore ed i profumi della nostra amata costiera, rispolverando le vecchie ricette delle nonne e le antiche tradizioni gastronomiche natalizie e, riportando indietro l’orologio del tempo per profumare le Feste di aromi deliziosi e genuini da conservare e non dimenticare.
Deja s.n.c. 
Via Cavoniello 10
80063 Piano di Sorrento(NA)
Tel e fax: 0815321577
Info&contatti

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 4.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)
Il gustoso presepe di Frutta secca della "Deja s.n.c" a Piano di Sorrento, 4.0 out of 10 based on 1 rating