Una polpetta ci salverà. Con 120 ricette degli chef di tutta Italia di Giancarlo Roversi e Anna ScafuriGiunti Editore 192 pagine 12 euro)

Una polpetta ci salverà

Una polpetta ci salverà

I giornalisti Giancarlo Roversi e Anna Scafuri compiono un viaggio intorno alla polpetta in compagnia di illustri italiani che la osservano da ogni punto di vista – culinario, sociologico, storico… – e ci portano alla scoperta delle polpette d’autore servite ai quattro angoli della penisola.

Mescolare ingredienti tagliati in finissimi pezzi è un’arte sublime, che non concede improvvisazione.
Dalle polpette di mare, quelle con branzino pescatice e gamberoni su vellutata di cannellini di Roberto Leonardi del ristorante Marco Polo a Mestre a quelle di coniglio firmate Agata Parisella del ristorante romano Agata e Romeo.
Sono 120 le ricette quattro stagioni di chef di tutto il territorio italiano, introdotte da una presentazione di Massimo Bottura.che definisce questa pietanza Cenerentola “la nostra bandiera” in quanto piatto storico della tradizione italiana, “un esempio di un piatto di recupero degli ingredienti.
Così sono nate, con radici ben salde nella cucina povera. E della cucina del riuso sono diventate anche il simbolo”, sottolinea lo chef de La Francescana. Il libro si apre un elogio della polpetta che si rivela filosofia del nuovo millennio, coniugazione del nostro sguardo rivolto al passato artusiano, al presente del risparmio e del riuso, al futuro della tradizione

Io con Anna Scafuri alle giornate gastronomiche sorrentine del 2012

Io con Anna Scafuri alle giornate gastronomiche sorrentine del 2012

rivisitata; e chi vuol proseguire la meditazione mettendosi ai fornelli trova 120 ricette selezionate con riguardo a leggerezza, facilità e stagionalità, salvando così il portafogli e la linea.
Gli autori presentano anche un decalogo contro i pregiudizi, lo storico della cucina Francesco Barilli ripercorre i ricettari dal Trecento ai tempi nostri mentre il presidente dell’Accademia Italiana della Cucina arriva ad esplorare l’anima delle polpette. I vegetariani non si sentano esclusi, perché gli chef hanno firmato anche ricette di polpette alla verdura, al formaggio e persino alla frutta.
Insomma gli autori ci offrono un’arma per superare la crisi, perché “trasforma l’indigenza in eccellenza” (Marino Niola), ma anche contro la maleducazione, “perché la polpetta è gentile, un garbato dosaggio tra dolcezza e sincerità” (Gualtiero Marchesi), e persino contro l’acne, perché – afferma il dietologo Ciro Vestita – “se diamo polpette di verdure ai nostri bambini difficilmente da grandi avranno problemi”. E’ dunque una carica di ottimismo, la polpetta

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)