Silvia Mezzanotte

Silvia Mezzanotte

Silvia Mezzanotte, è la bellissima voce dei Matia Bazar in cui è stata dal 1999 al 2004, per poi rientrarvi nuovamente nel 2010.
Nata a Bologna, comincia giovanissima a cantare diversi gruppi musicali. Nel 1990 partecipa al Festival di Sanremo, nella categoria Giovani, con la canzone Sarai grande, ottenendo il quarto posto.
Negli anni successivi collabora con altri artisti e partecipa alla realizzazione di diversi album e tour di Laura Pausini, Francesco De Gregori, Andrea Bocelli e Mia Martini.
C’è una canzone che esce nel 2010 e che ufficializza il ritorno di Silvia con i Matia Bazar è, il singolo Gli occhi caldi di Sylvie, che a me piace molto e che vi ripropongo.

Per ulteriori informazioni sulla sua attività di cantante vi consiglio di visitare wikipedia alla voce Silvia Mezzanotte ed il suo personalissimo sito che potrete visitare qui
E adesso potrete gustarvi l’intervista con la nostra Silvia, accompagnando la vostra lettura

Matia Bazar

Matia Bazar

con la musica dei miticissimi Matia Bazar :-).
Ho contattato Silvia dalla sua pagina ufficiale su FB, oggi tutti i personaggi famosi hanno un profilo o una pagina ufficiale sull’incriminato social network, e, a dirla tutta,  non pensavo mi rispondesse lei personalmente ed accettasse il mio terzo grado, ed invece contrariamente alle previsioni, non solo gentilmente ha accettato, ma mi ha anche consegnato le risposte nel giro di un paio di giorni e solo per questo in barba agli arretrati, ho deciso di metterla on line subito!

Angie: – Quanto conta una buona alimentazione per il tuo lavoro?
Silvia: – Fondamentale per me alimentarmi senza appesantirmi, e soprattutto mai prima di un concerto

Angie: – Cosa significa per te mangiar bene

Silvia ed il suo cane

Silvia ed il suo cane

Silvia: – Io sono una golosa. Mangiare bene significa seguire le regole della alimentazione sana…godermi un pasto significa seguire le regole del gusto.

Angie: – Ti piace invitare amici a cena o a pranzo, o sei più spesso invitata/o??
Silvia: – Sono molto spesso invitata. Non so cucinare

Angie: – Sei mai stata/o a dieta?
Silvia: – Perennemente. Per questo ogni volta che faccio uno strappo cio’ che mangio deve essere di qualita’ eccellente

Angie: – Meglio carne o pesce?
Silvia: – Carne

Angie: – Se fossi un dolce, quale saresti?

Tortino al cioccolato dal cuore morbido

Tortino al cioccolato con ripieno caldo fondente

Silvia: – Un tortino al cioccolato con ripieno caldo fondente

Angie: – Se fossi un ingrediente?
Silvia: – La noce moscata. Delicata e esotica

Angie: – un frutto
Silvia: – Kiwi dolce e maturo, ma con una buccia spessa

Angie: – Vino, ed in quale ti identifichi caratterialmente??
Silvia: – Prosecco di valdobbiadene

Angie: – Un liquore

Liquore di liquerizia

Liquore di liquerizia

Silvia: – Liquirizia

Angie: – Il tuo punto debole
Silvia: – La gola ( solo in termini mangerecci)

Angie: – Nel tuo frigo che cosa non manca mai, e nella dispensa?
Silvia: – Ahime’ la jocca nel frigo, ma nella dispensa aceto balsamico super invecchiato

Angie: – L’aspetto che più ti attira del fare da mangiare e se c’è un piatto che ti piace cucinare di più in assoluto?
Silvia: – Non so cucinare

Angie: – E quello che ti piace mangiare?
Silvia: – Le tagliatelle al ragu’ di mamma

Angie: – Come ti definiresti a tavola?
Silvia: – Gaudente

Angie: – La colazione ideale e quella che invece normalmente fai
Silvia: – Cornetto e cappuccino, Caffellatte yogurt con crusca

Angie: – Di cosa sei più goloso? e cosa proprio non ti piace?

Silvia…

Silvia: – Pasta e dolci. Non mi piaccioni funghi carciofi fegato trippa e in generale le interiora.

Angie: – Che ne pensi dei prodotti surgelati, che dimezzano il tempo in cucina?
Silvia: – Comodissimi per chi come me e’ sempre in viaggio

Angie: – La cucina e’ fatta anche di profumi, essenze, odori, ne hai unopreferito ed uno che non ti piace proprio?
Silvia: – Adoro l’aroma della cannella ma non mi piace il suo sapore

Angie: – Limone o aceto?
Silvia: – Aceto balsamico stra invecchiato

Angie: – Non puoi vivere senza…
Silvia: – Latte ( scremato e senza lattosio)

Angie: – un tuo menù ideale?
Silvia: – Qualsiasi che comprenda pastasciutta pane dolci e buon vino

Angie: – Dici parolacce?
Silvia: – Poche

Angie: – La parola che dici piu’ spesso?
Silvia: – Grazie

Angie: – Esiste un legame tra cucina e sensualità? Che cosa secondo teconta di più nel sedurre una donna? Una buona cena, o anche il saper cucinare?
Silvia: – Saper cucinare e’ come saper ballare, regala all’uomo un sacco di vantaggi.

Angie: – Preferisci di più il dolce o il salato quando sei preso dal tuo lavoro?
Silvia: – Dolce. Difficile rinunciarvi

Angie: – Che fai dopo cena?
Silvia: – Cinema quando posso.

Angie: – L’ultimo libro che hai letto?
Silvia: – Fai bei sogno Massimo Gramellini

Angie: – Il pezzo musicale che mette in moto i succhi gastrici…

Silvia: – The lady is a tramp Ella Fitzgerald

Angie: – Hobby?
Silvia: – Cinema e lettura …jogging per necessita’

Angie: – Qual è il sogno più grande?
Silvia: – Cantare in spagnolo e conquistare il sud america

Angie: – Cosa ti dicono più spesso?
Silvia: – Che emoziono quando canto…e ne sono felice

Angie: – Ti fidanzeresti con una cuoco/a?
Silvia: – Beh, perche’ no…sarebbe drammatico per la mia linea..

Angie: – Un piatto della tua infanzia

Gnocchi di patate pomodoro e panna

Gnocchi di patate pomodoro e panna

Silvia: – Gnocchi di patate con pomodoro e panna

Angie: – C’è un piatto che non hai mai provato e che vorresti assaggiare?
Silvia: – In qùesta fase della mia vita sono poco curiosa e molto tradizionalista

Angie: – Oggi si parla di federalismo. Secondo te, esiste anche in cucina?
Silvia: – Beh, esiste da sempre, ogni regione ha gusti ,prodotto, abitudini e tradizioni tipiche , molto diverse le une dalle altre. In italia non esiste un solo posto in cui si mangi male…

Angie: – Quale piatto eleggeresti come simbolo dei 150 anni dell’Unità d’Italia?
Silvia: – Troppo difficile, ce ne sono migliaia che lo meriterebbero

Angie: – Dopo la cucina italiana, c’è n’è qualcuna internazionale che preferisci? Se sì, quale?

cucina cinese

cucina cinese

Silvia: – Giapponese e poi cinese

Angie: – A quali altri progetti ti stai dedicando in questo periodo?
Silvia: – La realizzazione di un dvd live con i Matia Bazar

Angie: – A che piatto paragoneresti Letta, Berlusconi, Renzi, Vendola, Beppe Grillo?
Silvia: – Preferisco non mischiare politica e buon cibo. Il cibo delude raramente…

Angie: – La cucina ti ha mai tradito?
Silvia: – La cucina no, la linea si

Angie: – Se tu dovessi scegliere uno scaffale di supermercato (o altro negozio simile), dove immagineresti collocato i tuoi dischi? E perché?

Silvia: – Li immaginerei nel reparto antipasti e stuzzicherie….piccoli bocconi gustosi delicati e saporiti da gustare piano con un ottimo bicchiere di vino.

Angie: – Stai pensando ad un testo da mettere su carta, sei presa dal vortice dell’ispirazione: dove ti percepisci? (es. in un agrumeto, in un campo di pomodori, in una distesa di mais, in un vigneto ecc.)

Pasticceria

Pasticceria

Silvia: – In una pasticceria…

Angie: – a quale cantante od interprete affideresti le tue canzoni?
Silvia: – Preferisco affidare me stessa ai brani di alcune grandi cantanti, come Ella Fitzgerald…con la quale mi piacerebbe fare un duetto virtuale….

Ella Fitzgerald

Ella Fitzgerald

Angie: – Il sapore delle tue parole?
Silvia: – Dolce come le risate, ma anche amaro, come le storie tristi che ogni tanto racconto nelle canzoni magari certe volte un po’ salato, come le lacrime, ma mai insipido.

Angie: – Tre aggettivi per definirti come cantante:
Silvia: – vocalista, virtuosista, ipercritica

Angie: – Tre aggettivi per definirti come donna:
Silvia: – complicata, sorridente, ipercritica

Angie: – Il colore della tue parole?
Silvia: – Blu

Angie: – Il prossimo testo che interpreterai?
Silvia: – Non si puo’ anticipare la sorpresa…

Angie: – La canzone della tua vita e quella che avresti voluto scrivere?
Silvia: – Mille giorni di me e di te, Almeno tu nell universo

Angie: – La canzone che non avresti mai voluto interpretare?
Silvia: – Non esiste

ancora una bella foto di Silvia Mezzanotte

ancora una bella foto di Silvia Mezzanotte

Angie: – Se dovessi riassumere la tua filosofia di vita?
Silvia: – Vivo con gioia godendo di ogni piu’ piccola cosa, offro il mio buonumore alla vita, e quasi sempre lei mi ricambia.

Angie: – in conclusione, una tua ricetta per i miei lettori
Silvia: – Ahime’ non so cucinare

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (5 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +3 (from 3 votes)
Intervista Gastronomica a Silvia Mezzanotte, 10.0 out of 10 based on 5 ratings