Carmen Davolo, Santa di Salvo e Anna Scafuri