AngieCafiero.it

E' inutile versare rum…

Month: febbraio 2014

Torta di Santiago – Tarta de Santiago o Tarta de Campostela

La Torta di Santiago è una ricetta tradizionale della cucina della Galizia, la si può trovare in quasi tutti i panifici e nelle città e paesi che si affacciano sull’area che percorre il Cammino di Santiago, e in tutta la Galizia soprattutto durante il mese di luglio , mese in

Cammino di Santiago

Cammino di Santiago

cui si festeggia il santo (25 luglio) e la prima settimana di agosto.
Questa torta è il dolce tipico di Santiago de

Leggi tutto

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 8.1/10 (8 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

I Gigi (Giggi) eoliani

Michele Belfiore

Michele Belfiore

Non conoscevo questi dolcini, tipici di carnevale, ma che si possono

trovare in tutto l’anno, è stato il mio amico Michele Belfiore, che trascorrendo molto

del suo tempo da felice pensionato, giu’ a Lipari, che me li ha fatti assaggiare per la prima volta.

La consistenza di queste delizie è molto simile agli struffoli campani, ma la variante eoliana si differenzia nel gusto.

Non sono esclusivamente eoliani ma li ritroviamo in altre parti della Sicilia e regioni meridionali, pur con qualche differenza.
La ricetta e’ quasi definibile familiare, come tanti dolci locali ogni famiglia e’ depositaria della ricetta, che è “tramandata”.
A metà tra il gusto delle tradizionali chiacchiere, le zeppole venete, le frappe  Romane e gli struffoli napoletani.

Leggi tutto

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 9.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Intervista gastronomica ad Antonio Manzini

Antonio Manzini

Antonio Manzini

Rocco Schiavone, è sarcastico, irriverente, saccente ed anche violento, inoltre non disdegna l’ammirare un bel culo femminile, questo per completare il profilo del vice-questore romano, nato e cresciuto a Trastevere, amante della bella vita, “mandato in esilio” ad Aosta (lui che tra l’altro prova una totale avversione

culturale 🙂 ha già pubblicato “Sangue marcio” (Fazi) e La giostra dei criceti (Einaudi Stile Libero) e tre racconti (“Sei il mio tesoro” e “Giochiamo?” a quattro mani con Niccolò Ammaniti e “L’accattone” per

Leggi tutto

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (2 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +1 (from 1 vote)

Il Timpano di scammaro di cozze da Leopardi a Tavola

Leopardi a tavola è una gran bella pubblicazione uscita nel 2008 per la Fausto Lupetti Editore, a firma di Domenico Pasquariello” Dègo”, che da tempo in Francia come in Italia, si occupa di eventi sul cibo-cultura ed il Maestro-cuoco napoletano, Antonio

Leopardi a tavola

Tubelli, non si tratta di un semplice ricettario ma si racconta di cibi dimenticati, dai sapori antichi sono i 49 cibi della lista autografa di Giacomo Leopardi a Napoli (1833 – 1837),  letti purtroppo soltanto da collezionisti bibliofili. Non tutti, infatti, sono a conoscenza della lista che si conserva alla Biblioteca Nazionale di Napoli insieme alle Carte del poeta; un ritaglio di carta avorio, lungo e sottile, dove la scrittura minuta e precisa, chiara ed elegante di Giacomo Leopardi si staglia netta, perdendosi nei toni dell’inchiostro bruno; un appunto, un promemoria, una traccia di un desiderio esaudito: quella lista racchiude infatti un elenco di 49 piatti realizzati con

Leggi tutto

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 8.0/10 (4 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +1 (from 1 vote)

Il san Valentino di Vico del Gargano protettore degli agrumi

Sempre di san Valentino si tratta, si quello umbro che fu decapitato, per ordine del prefetto romano Placido Furio sotto le persecuzioni dell’imperatore Aurelio, correva l’anno 273 d.C. ed era il 14 di febbraio.

San Valentino a Vico del Gargano

San Valentino a Vico del Gargano

Da quella data in poi, il santo umbro è diventato protettore di tutti gli innammorati.
Ma san Valentino non è solo patrono di Terni, ma di tante città qui in Italia, tra queste c’è un meraviglioso

Leggi tutto

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 7.8/10 (4 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

‘A Purpetta ‘e pastenaca ( polpetta di carote)

Come ben sappiamo il 14 febbraio viene festeggiato san Valentino, patrono di Terni, ma anche di altre città italiane, come Abriola in

Busto di san Valentino a san Valentino Torio foto Fiore Barbato

Busto di san Valentino a san Valentino Torio foto Fiore Barbato

provincia di Potenza e di Vico del Gargano
in provincia di Foggia.
Qui in Campania il santo umbro è patrono di san Valentino Torio, in provincia di Salerno, dove durante i locali festeggiamenti c’è la sagra della purpetta e pastenaca (polpetta di carote).
San Valentino è un territorio prevalentemente agricolo situato nella Valle del Sarno e dista circa 25 km da Salerno e circa 41 km da Napoli.
Dopo 1863 il Comune di San Valentino, assunse la denominazione attuale: divenne,  cioè, San Valentino Torio.

Leggi tutto

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 7.3/10 (3 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Il casu marzu da “Il cuore selvatico del ginepro” di Vanessa Roggiero

Come ben sapete io ho due grandi passioni: la cucina e i libri, e spesso nelle mie letture cerco di estrapolare brani che raccontano di preparazioni e prodotti tipici, meglio ancora se si parla di cibo tradizionale.

La scrittrice sarda Vanessa Roggeri

La scrittrice sarda Vanessa Roggeri

Non è facile trovare romanzi che facciano emozionare le papille gustative e mettere in moto i succhi gastrici, attualmente scrivere e raccontare la gastronomia è diventata una moda, tanto è vero che sto pensando anche io a scrivere qualcosa sull’argomento, ma rimarrà solo un pensiero, poichè son troppe le cose di cui mi occupo, e quasi tutte senza alcun introito 🙂
Di recente, ho letto con interesse il romanzo di una giovane scrittrice sarda, si chiama
Vanessa Roggieri ed al suo esordio letterario con una bella storia che racconta della sua terra, delle sue tradizioni, leggende e superstizioni: Il cuore selvatico del Ginepro edito da Mondadori.

Leggi tutto

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Olivette di Sant’Agata (alivetti o aliveddi ri Sant’Àjita)

A Catania, tra i dolci tipici dolci tradizionali preparati per la ricorrenza di sant’Agata patrona della cittadina siciliana oltre alle famosissime Minne di Vergine vi sono le le olivette di sant’Agata (in siciliano alivetti o aliveddi ri Sant’Àjita) che vengono preparate prima e

Sant'Agata

Sant’Agata

durante la festa della santa.
Sono dolci a forma di oliva realizzati in pasta di mandorla ricoperti di zucchero e colorati di verde. Esiste anche una variante dove le tradizionali olivette sono ricoperte di cioccolato
Questo dolce si ricollega ad un avvenimento narrato nella agiografia della santa.
Un giorno, il proconsole Quinziano fu informato che in città, tra le vergini consacrate, viveva una nobile e bella fanciulla. Decise allora che

Leggi tutto

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Intervista gastronomica a Anna Talò

Anna Talò, è una poliedrica scrittrice, giornalista, traduttrice, consulente editoriale.
Nel 2011 pubblica con CorbaccioMeditazioni per donne sempre di corsa”, il libro che dà il titolo al blog, (alla 3° ristampa e che viene tradotto anche in Spagna con il titolo

Anna Talò

Anna Talò

“Tomatelo con calma”), il 12 settembre 2013 è uscito il suo primo romanzo, sempre per Corbaccio: “Volevo solo una vita tranquilla!” dove la protagonista, Teresa per sfuggire alla noia apre un blog di piccola posta, sotto il falso nome di Lucilla, sul quale si

Leggi tutto

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +1 (from 1 vote)

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén