AngieCafiero.it

E' inutile versare rum…

Tag: dolci di pasqua

La Pastiera napoletana, tra storia e leggenda

La pastiera accompagnò le feste pagane che celebravano il ritorno della primavera, durante le quali le sacerdotesse di Cerere
portavano in processione l’uovo, simbolo di vita nascente.
La tradizione del grano o farro, misto alla morbida crema di ricotta, potrebbe invece derivare dal pane di farro delle nozze romane, dette appunto ” confarratio “.
Un’altra ipotesi la fa risalire alle focacce rituali che si diffusero all’epoca di Costantino il Grande, derivate dall’offerta di latte e miele, che i catecumeni ricevevano nella sacra notte di Pasqua al termine della cerimonia battesimale.
Tra le storie piu’ popolari legate a questo tradizionale dolce partenopeo, conosciuto sinanche fuori dai confini italici, vi e’ quella legata al mito della Sirena Partenope che con il suo canto allietava gli abitanti di quella città che sarebbe divenuta Neapolis e poi Napoli, e

Leggi tutto

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 8.9/10 (10 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 2 votes)

Pastiera di Tagliolini

Tagliolini - Photo by Fbrixio

Originariamente la tradizionale pastiera napoletana veniva realizzata con la pasta, da cui poi il nome e in alcuni paesi del vesuviano  è ancora in uso questa preparazione che utilizza i tagliolini.

Per la Pastafrolla:
– 1 kg di farina
– gr 300 di zucchero
– 1 limone grattugiato
– una punta di bicarbonato
– 1 bustina di vanillina
– 6 uova intere

Per il ripieno
– 300 gr di tagliolini sottilissimi
– 300 gr di zucchero
– 500 gr di latte
– 4 uova
– scorzette d’arancia e cedro
– cannella
– vaniglia
– qualche chiodo di garofano
– acqua di millefiori


Esecuzione:

Pastafrolla:
Lavorare tutti gli ingredienti per una mezzoretta circa ricavarne un bel disco di pasta sistemarlo su di un piatto, coprirlo con un altro piatto e metterlo in frigorifero.

Ripieno:
I tagliolini li immergerete per pochi minuti in acqua leggermente salata, li scolate e li versate nel latte dove precedentemente avete sciolto lo zucchero.

Fateli raffreddare mescolando di tanto in tanto, quando la pasta avra’ assorbito interamente il latte aggiungete le uova, i canditi ed il resto degli aromi.

Rivestite una teglia di pastafrolla e versatevi all’interno il composto, decorate la pastiera con le famose strisce di pastafrolla e cuocete a forno caldo a 170 gradi per circa un’ora.
Cospargetela di zucchero e servitela calda.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 8.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén