Vincenzo Borriello, versione "bel tenebroso" 🙂

Vincenzo Borriello classe 1976, nasce a Torre del Greco (NA)

Laurea in sociologia presso la Federico II di Napoli. Fin dall’età adolescenziale ha avuto una forte passione per il giornalismo che lo ha portato a collaborare con due testate giornalistiche Tutto è… ed Il Levante per le quali ha scritto di politica, di cronaca e ha svolto inchieste giornalistiche con una forte impronta sociologica.

Nel gennaio del 2010 esce il suo primo romanzo dal titolo “L’uomo che amava dipingere” che narra la storia di Yassir, un govane pittore iraniano arrestato per aver dipinto una donna nuda, reato per il quale è prevista la pena di morte. É lo stesso autore a definire il suo libro un romanzo “sociale” contro la violazione dei diritti umani;ma anche una finestra sul mondo arabo-persiano capace di fornire un punto di vista alternativo rispetto a quello “folkloristico” che i media amano dare in pasto a cervelli troppo pigri per pensare.

Del Febbraio del 2011 è La donna che sussurrava agli specchi (Montecovello Editore)

che prosegue il discorso di denuncia intrapreso con il precedente lavoro.

Il romanzo stilisticamente è una successiva crescita dell’autore, che ancora una volta vuole essere un atto di denuncia verso temi mai sufficientemente dibattuti, attingendo come nel lavoro precedente, a fatti di vita reale sapientemente miscelati alla sua immaginazione e creatività.

Per maggiori informazioni su Vincenzo, vi invito a dare uno sguardo al suo Blog Personale

Leggi tutto

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 6.5/10 (2 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)